Coca Cola

Verrà messa sul mercato a partire da oggi, ma solo in Giappone, si chiama Coca Cola Clear ed è la prima bevanda del gruppo Coca Cola Company trasparente: sembra acqua e a renderla trasparente è l’assenza di zucchero, caramello e coloranti. Frutto di una sperimentazione di un anno, vuole incrociare le esigenze di chi, in Oriente, è stato preso dalla nuova mania del limpido a ogni costo: anche caffè e te si trovano in versione chiara.  Il lancio della nuova arrivata è stato fatto attraverso la televisione su ANN News Channel e subito dopo su tutti canali social da You Tube a Facebook, Twitter: la ricetta è top secret ma l’azienda conferma che il sapore della Coca Cola non è cambiato anche senza coloranti.

Facebook

Facebook ha fatto sapere che, a causa di un un errore in un programma, alcuni post pubblicati da utenti con alcune restrizioni di privacy (per l’esclusiva visione degli ‘amici’) sono invece risultati pubblici (ovvero visibili a tutti), un problema che si è verificato nel corso di alcuni giorni a maggio e ha interessato fino a 14 milioni di utenti del social network. La società ha dichiarato che il problema è stato risolto. Erin Egan, responsabile per la privacy di Facebook, ha sottolineato che il bug non ha interessato post precedenti e che il social network sta inviando notifiche agli utenti che hanno pubblicato dei post pubblici prima di quei dieci giorni di maggio.

Whitelist. E dopo il bug e il caso della condivisione delle informazioni con big della telefonia mondiale, anche aziende cinesi, non si chiude la serie nera di Facebook sulla privacy. Secondo il Wall Street Journal, la società avrebbe concesso una specie di corsia preferenziale ad alcune aziende per un periodo di tempo, fornendo accesso ad alcuni dati di utenti, anche quelli dei loro amici. Fra le aziende che hanno ricevuto questo trattamento speciale ci sarebbero Nissan e Royal Bank of Canada. Facebook ha confermato il rapporto riconoscendo le informazioni fornite ad un “piccolo numero” di aziende, inserzionisti e altri clienti commerciali. Per la testata, questi hanno avuto accesso ai dati nel 2015, anche dopo che il social network aveva messo una stretta sulla privacy, bloccando la condivisione di dati con le app di terze parti. Il sistema si chiamava whitelist ed è terminato prima della fine del 2015, ha spiegato Facebook.

Yahoo

Chi ancora utilizza Yahoo Messenger ha tempo fino al 17 luglio per eseguire il download delle conversazioni degli ultimi sei mesi (il download può essere eseguito QUI). Dopo questa data il servizio non sarà più accessibile in alcun modo.

Alibaba

Ant Financial, il colosso finanziario di Jack Ma controllato da Alibaba, ha chiuso un round di raccolta fondi in cui ha rastrellato 14 miliardi di dollari, una tra le cifre più alte per un gruppo non quotato. La società è valutata di conseguenza oltre 150 miliardi di dollari. Questo significa che Ant vale più di Goldman Sachs e di BlackRock, le cui capitalizzazioni sono pari rispettivamente a 87,8 miliardi di dollari e a 87,6 miliardi. Ant Financial ha sede a Hangzhou, Cina, possiede il sistema di pagamenti online Alipay ed è il principale gruppo non bancario a concedere prestiti nella seconda economia al mondo. Con l’ultimo round di finanziamenti, è diventato l’unicorno con la valutazione più grande al mondo. Il gruppo sta raccogliendo capitali in vista di una quotazione che potrebbe esserci già quest’anno, sia sul mercato cinese che all’estero. Secondo il Financial Times, Ant Financial ha ricevuto capitali da GIC e Temasek, Khazanah, Baillie Gifford, Canada Pension Plan Investment Board, Warburg Pincus e General Atlantic.

Jack Ma – credits computerworld.com.my

Twitter

Il gruppo internazionale di produzione di contenuti media (partecipato dal gruppo De Agostini e da Vivendi) Banijay Group ha avviato una collaborazione internazionale con Twitter per monetizzare i contenuti del gruppo e riuscire a portare un efficace brand engagement sulla piattaforma. A darne notizia il CEO di Banijay Group, Marco Bassetti, che ha annunciato l’accordo durante il suo keynote speech al Realscreen West 2018 a Santa Monica, California, evento dedicato alla tv non scripted con i protagonisti delle società di settore.  In base all’accordo, Banijay lavorerà con entità regionali di Twitter per sviluppare offerte dedicate per i brand, sia a livello locale che globale, utilizzando su Twitter la proprietà di titoli già esistenti di Banijay (come Survivor, Temptation Island, Fort Boyard, Crystal Maze e All Against 1) per riuscire a poter rendere misurabile l’engagement con i consumatori.

Marco Bassetti – credits World Screen

Arevo

Arevo, una startup della Silicon Valley, ha presentato la prima bici al mondo in fibra di carbonio stampata in 3D. Arevo ha dichiarato di voler passare rapidamente dal prototipo alla produzione, collaborando con le aziende di biciclette. La produzione robotizzata potrebbe ridurre le possibilità di errori nella costruzione che portano a guasti del telaio. E, ha detto la società, la sua tecnologia rende la produzione di carbonio abbastanza economica che i produttori di biciclette potrebbero realizzare telai competitivi negli Stati Uniti.

Invitalia Ventures

Invitalia Ventures, con una dotazione di 240 milioni di euro per le startup italiane dal forte contenuto innovativo e le PMI eccellenti, punta a imprimere una accelerazione allo sviluppo di iniziative nel sistema imprenditoriale italiano. Sergio Buonanno, amministratore delegato della Sgr controllata da Invitalia, ha partecipato al 48esimo convegno dei Giovani imprenditori di Confindustria, sottolineando che oltre agli 87 milioni in campo dal fondo di venture capital “Italia Venture I”, la società è pronta a dispiegare altri 150 milioni di euro con “Italia Venture II – Fondo imprese Sud”, che daranno forte impulso alle operazioni di private equity nel Mezzogiorno, con 300 aziende potenzialmente candidate a fare un salto di qualità. Questo fondo sarà operativo da settembre, con la previsione di investire “10 milioni all’anno”, soprattutto nei settori “agrifood, meccatronica, healtcare e turismo“.

ninja

In agenda oggi

INCOM2018 – A Bergamo fino al 13 giugno, l’Università degli Studi insieme al Politecnico di Milano organizzano, negli spazi dell’Ateneo, una tre giorni di confronto sull’applicazione dei sistemi informativi ai sistemi manifatturieri: la sedicesima edizione del simposio scientifico internazionale INCOM2018 (Information Control Problems in Manufacturing).

Cybersecurity. Proteggere il benessere delle persone, la libertà dei popoli e la sicurezza delle nazioni in un mondo digitalizzato è l’oggetto dell’incontro organizzato oggi da CSE Cybsec al Centro Studi Americani in via Caetani a Roma dal titolo Lo stato dell’arte della Cyber Security italiana: prospettive a confronto.

Source

http://www.ninjamarketing.it/2018/06/11/ninja-morning-il-buongiorno-di-lunedi-11-giugno-2018/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *