News Social – Gli album su Instagram e gli stati di WhatsApp

INSTAGRAM

Partiamo dalla novità del social delle foto .A partire da oggi, è possibile condividere fino a dieci foto e video in un unico post su Instagram. Con questo nuovo aggiornamento non dovremo più scegliere la foto o il video migliore di un’esperienza che desideriamo ricordare.

Come caricare il nostro album?

Quando vorremo caricare un post sul nostro feed, vedremo una nuova icona che ci consentirà di selezionare più foto e video. Potremo controllare l’aspetto finale del post in modo estremamente semplice. Toccando e tenendo premuta un’immagine potremo modificare l’ordine, applicare un filtro contemporaneamente su più foto o modificarle una alla volta. Per adesso questi post possono essere accompagnati da un’unica didascalia e possono essere caricati solo nel formato 1:1.

Nel profilo che visiteremo sarà presente un’icona ad indicarci che ci sono più contenuti da vedere e nel nostro feed potremo riconoscere un album dai puntini blu che indicano che ci sono altre foto/video da scoprire. Potremmo mettere “Mi piace” e commentare come già facciamo oggi, con un tap.

A questo punto non ci resta che provare questa nuova funzione.

 

WhatApp introduce lo Status – Arrivano le Storie

WHATSAPP  diventa sempre più multimediale e in stile Snapchat. A poche ore dal suo ottavo compleanno (il servizio venne lanciato il 24 febbraio del 2009) ha lanciato la nuova funzione con la quale si possono caricare gli aggiornamenti di stato, comprensivi di contenuti media. Aggiornamenti che si cancellano dopo 24 ore come nella popolare app del fantasmino, che ha aperto una strada seguita recentemente da Facebook Storie e Instagram Stories.

È possibile rispondere privatamente ai propri amici e controllare chi vede gli aggiornamenti di stato personali. Nel segno di una condivisione di contenuti quanto più in diretta, tutti gli aggiornamenti scompariranno dopo 24 ore, come accade per le Storie di Snapchat. Non solo: come per gli altri messaggi sarà possibile applicare la funzione silenzioso se lo si preferisce.

Ecco le dichiarazione dell’azienda:

Sono passati solo otto anni da quando nel febbraio 2009 abbiamo iniziato a scrivere le prime righe di codice di quella che un giorno sarebbe diventata l’applicazione di WhatsApp. L’idea originale su cui si basava il progetto era quella di creare un’applicazione che ti permettesse di far sapere ai tuoi amici e ai tuoi contatti quello che stavi facendo. Tutto ciò, mesi prima che aggiungessimo le funzionalità di messaggistica. La prima versione della nostra applicazione era così:

Siamo entusiasti di annunciare che, in concomitanza con l’ottavo compleanno di WhatsApp il 24 febbraio, abbiamo reinventato la funzione dello stato. Da oggi infatti, inizieremo a distribuire un aggiornamento dello stato che ti permetterà di condividere immagini e video con i tuoi amici e contatti su WhatsApp in modo semplice e sicuro. Naturalmente, anche i tuoi aggiornamenti allo stato saranno protetti dalla crittografia end-to-end.

 

E tu hai già pubblicato la tua storia? 😀